Archivio | M.A.C. RSS feed for this section

Review Powerpoint Eye Pencil Engraved by M.A.C. & Confronto con Perversion by Urban Decay

24 Ott

Salve a tutti, oggi vi propongo la review della famosa matita waterproof Engraved della MAC. L’ho acquistata nella mia lunga ricerca di una matita nera che resistesse nella rima interna dell’occhio. Ho letto molte review positive, alcune che la definivano addirittura “eccezionale” o “straordinaria”. Quindi ho deciso che decisamente dovevo provarla!

NOTA: in questa review farò riferimento alla Perversion della Urban Decay, attualmente la mia matita nera preferita, la cui review potete trovare qui.

Consistenza
L’Engraved è una matita di un nero molto intenso, con una consistenza decisamente molto morbida. L’applicazione è facile e precisa, inoltre potete modulare a vostro piacimento l’intensità del colore semplicemente facendo più o meno passate. Un punto a favore di questa matita è che la mina non è così morbida da sfaldarsi durante l’applicazione, cosa che invece può accadere con la Perversion. Il colore risulta sfumabile molto facilmente, soprattutto se appena applicata, poiché già dopo una manciata di secondi dall’applicazione il prodotto si fissa e da quel momento sarà molto difficile sfumarlo uniformemente. Direi che la resistenza sulla palpebra è ottima, ogni volta che l’ho usata, a fine giornata l’ho sempre trovata lì dove l’avevo messa, senza essersi spostata. Per quanto riguarda la rima interna, invece, non mi ha soddisfatto per niente. Sarà pure waterproof, il che vuol dire che per struccarsi c’è bisogno di prodotti a base oleosa, ma sulla rima interna non mi dura nemmeno un paio d’ore. Come ho già detto, essendo allergica mi capita spesso di avere gli occhi lacrimanti (così, a cavolo, senza un vero e proprio motivo…), ma proprio non mi dura. Ho provato anche a fissarla con un ombretto nero opaco (il famoso Carbon di M.A.C., per intenderci), ma dopo un paio d’ore al massimo (a volte anche meno) me la ritrovo tutta accumulata all’angolo esterno e non è proprio un bel vedere.

Confezione
La matita è venduta nella classica confezione di carta di tutti i prodotti M.A.C. che non vi mostrerò perchè non più in mio possesso. Sulla confezione comunque è specificato il nome della matita, le caratteristiche, dove e chi l’ha prodotto, la quantità e altre specifiche che non ricordo. Non c’è scritto invece il periodo di validità del prodotto. La matita in sé è molto classica, senza fronzoli o eccessi. Molto comoda quindi da portare in giro.

Confronto Perversion VS Engraved
Le due matite hanno sicuramente molto in comune. Entrambe sono waterproof, sono molto morbide e sono entrambe nere. Il nero della Perversion però è più intenso già dalla prima passata, il che rende impossibile gestire l’intensità di colore desiderata, mentre l’Engraved è un nero più leggero, che spicca di meno e si fonde di più col contesto, e inoltre l’intensità desiderata si può gestire con più passate di prodotto. Entrambe le matite durano molto a lungo sulla palpebra, ma la Perversion conserva perfettamente il suo nero intenso, mentre l’Engraved può essere che perda un poco l’intensità col passare del tempo. Per quanto riguarda la resistenza nella rima interna, la Perversion resiste anche tutta una serata, evitando l’accumulo sull’angolo esterno, mentre l’Engraved non dura neppure un paio d’ore.
Entrambe le matite si sfumano facilmente e si fissano nel giro di qualche secondo. Una volta fissate, se provate a passare un applicatore di spugna su entrambe, noterete che la Perversion non si muoverà di un millimetro, al più perderà di intensità, ma non si sfumerà; mentre l’Engraved sarà possibile ancora sfumarla, ma avrete un risultato decisamente non omogeneo.
Infine, altra cosa che hanno in comune è il prezzo. Per 1,2g di prodotto, l’Engraved costa 17,00€, mentre la Perversion ne costa 16,50€, quindi la differenza è davvero minima. Sono entrambe ottime matite, ma se dovessi scegliere, comprerei la Perversion.

Prezzo: 17,00€
Dove comprarla: M.A.C. Store, maccosmetics.it
Quantità prodotto: 1,2g
Validità: /
Consigliato: Sì. Questa matita è sicuramente molto valida e fa quello che promette, con l’unica eccezione per la rima interna. Il suo enorme contro è il prezzo, ma si sa che i prodotti M.A.C. sono costosi, quindi non è una sorpresa. Mi sento di consigliarla per la facilità di applicazione e la capacità di gestire l’intensità del colore, inoltre la morbidezza della mina è anche importante perchè non irrita l’occhio. Anzi, è un piacere applicare questa matita.

E questo è tutto, fatemi sapere che ne pensate se l’avete provata e se avete avuto anche voi problemi con la rima interna. A presto!

Elena

Annunci

Nail Lacquer Saint Germain M.A.C.

4 Ott

Questo smalto è la prova che il prezzo non fa il prodotto. Quest’estate avevo visto una buona review su questo smalto baby pink e, visto che mi sono innamorata del colore, ho deciso di andare a comprarlo. Premettendo che, come ho già detto, io sono una ciofeca con gli smalti, la prima volta che l’ho applicato ho subito pensato di essere io il problema, ma col passar del tempo mi sono resa conto che il problema non sono io, ma è proprio lui.

Consistenza e swatch
Applicare questo smalto può essere un inferno. La sua consistenza è molto, molto densa ed è molto difficile da stendere, infatti sulle unghie non è omogeneo. Si vede ogni passata fatta con il pennellino e se mettete troppo o troppo poco prodotto sull’unghia, sarà un disastro. Nel primo caso, non riuscirete a stenderlo in tempo e avrete dei punti in cui si vedono delle “cunette”; mentre nel secondo caso, sarà quasi impossibile nascondere o coprire i segni delle setole del pennello.

Per l’asciugatura raccomando un top coat e molta attenzione, perchè per asciugarsi del tutto ci metterà un sacco di tempo. Sembra asciutto, ma non lo è, credetemi. Basta un momento per buttare al vento tutto il vostro lavoro.

Le uniche cose positive è che dura a lungo (anche 5 giorni, senza base) e che se applicato senza una base, non macchia le unghie.

Confezione
La confezione è la classica di tutti gli smalti M.A.C., di cui non sono molto entusiasta. Nell’imboccatura stretta finisce per seccarsi un po’ di smalto che rimane però appiccicoso e, quando estraete il pennellino, si attaccano grumi. Raccomando quindi di pulire l’imboccatura quando la vedete sporca di smalto secco, anche perchè può diventare difficile aprire il boccettino.

Personalmente ho trovato molto scomoda l’impugnatura, con il tappo tipico di tutti i prodotti M.A.C, ma questi son gusti. La cosa peggiore del packaging a mio parere è il pennellino, che ritengo parzialmente responsabile della difficoltà di stesura dello smalto. Ad ogni passata, questo pennellino è incapace di omogeneizzare lo smalto e ogni volta che tentate di stendere meglio gli accumuli, questo ne creerà altri, impedendo di avere un’applicazione liscia e omogenea.

Prezzo: 14,00€ (io l’ho pagato 12,50€ quest’estate)
Dove acquistare: Coin, M.A.C. store, store online
Quantità: 10 ml

Consigliato: Assolutamente no! Un peccato, perchè il colore mi piace moltissimo, ma non ne vale la pena di spendere 14,00€. Fatemi sapere se avete qualche smalto simile da consigliarmi o se anche voi avete avuto dei problemi simili. A presto!

Elena